04/03/14

Piccole leccornie - Bocca di Dama




Con questo breve articolo, sprovvisto di foto ma mi pareva poco decoroso farle, inauguro un piccola rubrica dedicata alla ristorazione, al cibo e ai locali. Vi avverto che questo sarà un blog molto vario quindi preparatevi.
Oggi sono passata in un piccolo ma delizioso locale, situati in Via Cicerone 53/55 a Roma.
Bocca di Dama si presenta con delle vetrine pulite oltre le quali e possibile vedere una bancone in cui si presentano sia dolci che salati, un cartello che indica quanto sia vasto il loro servizio che comprende ogni parte della giornata. S'intravedono in aggiunta, due sezioni per ciò che riguarda i tavoli.
Io e la mia cara amica entriamo e l'ambiente si rivela mediamente caloroso. Vi sono tre gruppi di tavoli accostati alla vetrina, e ci sediamo in uno di questi, e altri situati in una parte posteriore. I nostri sono molto banali, tavolo bianco e sedie nere, quelli posteriori presentano invece una piccola sedie da giardino. Sempre quella zona, il pavimento è coperto da alcune piastrelle, i muri sono scialbi e vi sono grandi specchi con scritte bianche al fine di ottenere un aspetto deprimente e che poteva essere ben meglio illuminato.
Noi siamo immerse in mezzo alla musica, calma e ben adatta, poco disturbante che proviene da un piccolo stereo. Accanto a noi vi sono disposte mensole ricolme di buste d'infusi ed è proprio uno di quelli che prendiamo: mela e zenzero. Non arriva troppo caldo, della giusta temperatura, servito dentro una grossa brocca ricca di fiori e altri particolari romantici, in azzurro e rosa, terribilmente kitsch, così come le tazze di cui una sbeccata.
L'infuso non  è né amaro né dolce ma è bastato metterci una bustina di zucchero per coprire quel poco sapore di mela presento in esso mentre lo zenzero si può assaporare ma in minime dosi e solo alla fine si viene sommersi dal suo aroma che soffoca i polmoni come dovrebbe essere. In fondo perché ho versato l'ultima parte rimasta nella brocca.
Io ho ordinato una bocca di dama alle mandorle, se non erro. Mi è stato presentato un dolce piccolo e quadrato, coperto di glassa marrone con una minuscola rosellina arancione. Devo dire che non il suo sapore non era male ma non ha suscitato in me particolari apprezzamenti. Di certo ben fatto ma per avere una visione complementare sulla loro sezione dolciaria, così come tutti i biscotti racchiusi in graziosi sacchetti ed esposti in vetrina, bisognerebbe assaggiare molto.
Termino questa mia breve opinione, consigliandovi di passarci se volete trascorrere un po' di tempo in un luogo tranquillo e rilassato ma se volete mangiare qualche sfizioso pasticcino ci sono posti migliori. Rimane senza infamia e senza lode.

Sito web: http://www.boccadidama.it/index.php

Amelia Malory

Nessun commento:

Posta un commento

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)