11/04/15

Prossimamente in soffitta - Aprile #1




Lettori, visitatori della soffitta, ecco a voi una nuova rubrica di aggiornamento che vi mostrerà le future letture e recensioni in arrivo.


Il Grande Gatsby

"Nei favolosi anni venti su uno dei due promontori, che, divisi da una piccola baia, si fronteggiano a una trentina di chilometri da New York, sorgeva la dimora di Gatsby. Circondato da una corte fastosa e stravagante, generoso anfitrione di feste memorabili, il gangster conservava nel suo cuore la speranza di ritrovare l'unica donna che avesse mai amato. Il sogno sembrava non dovesse ormai più sfuggirgli, la verde luce del fare che, al di là della baia, indicava la casa di Daisy, riempiva di attonita attesa le sue veglie. E l'illusione gli sarà vicina fino all'atto, tragico e assurdo della sua morte."










La Bella Vampirizzata

La bella Edvige finisce, dopo una brutta avventura, in un castello circondato dal nulla. Una nobile famiglia moldava la ospita nel suo castello, in un soggiorno sospeso fra gentilezza e mistero. La sua avvenenza e la sua grazia non passano inosservate: i due fratello Brankovan si innamorano perdutamente di lei. Entrambi convinti di poterla amare e sposare, i due nobili ragazzi ingaggiano fra di loro una lotta senza esclusione di colpi, un conflitto che oltre alla morte nasconde un'altra terribile verità...













Sesta strada

Uno dei quattro racconti che parlano di donne nella leggendaria Parigi degli anni Venti e seguenti, la Parigi che Ernest Hemingway paragonò a una festa mobile. Sono racconti di donne alle prese con un mondo che le assedia ma che non riesce a piegarle alle sue leggi: fanciulle che dalla provincia americana sbarcano in Europa con gli occhi sgranati di curiosità, gioventù e voglia di vivere, giovani lavavetri newyorkesi dal cuore tenero, simpatiche virago i cui modi spicci invitano le donne ad abbandonare vittimismi e piagnistei.












Berenice

Dagli abissi dell'animo umano, un racconto sospeso tra alterazione e realtà. Una storia di amore e morte, follia e verità che nasce dalla mano di Poe

2 commenti:

  1. Ciao Amelia! Il Grande Gatsby è un bel romanzo, l'ho letto prima in inglese (anche se era una versione semplificata), ma mi aveva lasciato una grande curiosità addosso da volerlo rileggere nelle versione integrale italiana ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo tanto tempo che mi frullava nella testa l'ho trovato nella libreria dei miei nonni, in una vecchissima edizione italiana degli Oscar Mondadori del 1965

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)