30/09/15

Prossimamente in soffitta - Settembre #4

Premessa, cari appassionati di libri! Avrei voluto terminare "Ladri di sogni" prima di questo mercoledì, ma non sono stata in grado di farlo. Vi è da dire che in compenso, ho passato tutti e tre gli esami di questo mese. Mi mancano ufficialmente tre esami prima della laurea. 
Ma ora passiamo alle letture!

Titolo: Ladri di sogni
Autore: Maggie Stiefvater
Anno di pubblicazione: 2013 - 2014(Italia)
Editore: Rizzoli
Pagine: 519
Costo: 16,00

La magica linea di prateria è stata risvegliata e la sua energia affiora. I ragazzi corvo, un gruppo di studenti della scintillante Aglionby Academy, sono sulle tracce del mitico re gallese Glendower, che dovrebbe essere nascosto nelle colline intorno alla scuola. Con loro c’è Blue, che vive in una famiglia di veggenti tutta al femminile. A lei è stato predetto più volte che quando bacerà il ragazzo di cui sarà davvero innamorata, questi morirà. Sulle prime sembra che il suo cuore batta per Adam, ma forse è Gansey quello che ama davvero… Intanto Ronan s’inoltra nei suoi sogni, da cui può uscire di tutto. Del resto è uno che ama sfidare il pericolo. Mentre il tormentato Adam, con un passato pesante alle spalle, s’inoltra sempre più in se stesso, cercando una sua strada nella vita. Nel frattempo c’è un individuo sinistro che è anche lui sulle tracce di Glendower. Un uomo pronto a tutto.


Titolo: Le confidenze di Arsène Lupin
Autore: Maurice Leblanc
Anno di pubblicazione: 1903
Editore: Corriere della Sera
Pagine: 214
Costo: 6,90

Pubblicati in volume nel 1913, i nove racconti che compongono le "Confidenzedi Arsène Lupin" costituiscono un'importante introduzione al celebrepersonaggio di 'ladro gentiluomo' prima della svolta idealistica deldopoguerra. Lupin è il carismatico donnaiolo e scaltro scassinatore dallamorale ambigua che intriga e conquista. Tra tutti i Lupin che le opere diLeblanc ci hanno consegnato, il più vicino a quello che tutti ricordiamo eamiamo ha vissuto proprio in queste pagine





Titolo: American Psycho
Autore: Bret Easton Ellis
Anno di pubblicazione: 1991
Editore: Sole 24 Ore
Pagine: 444
Costo: 8,90

Patrick Bateman è giovane, bello, ricco. Vive a Manhattan, lavora a Wall Street e con i colleghi Timothy, David, Patten e Craig, frequenta i locali più alla moda, le palestre più esclusive e le toilette dove gira la migliore cocaina della città, discutendo di nuovi ristoranti, cameriere corpoduro ed eleganza maschile. Ma la sua vita è ricca di particolari piuttosto inquietanti e quando le tenebre scendono su New York, Patrick Bateman si trasforma in un torturatore omicida, freddo, metodico, spietato.




Titolo: La spada di Shannara
Autore: Terry Brooks
Anno di pubblicazione: 1993
Editore: Mondadori
Pagine: 616
Costo: 9,35

Il villaggio di valle d'Ombra è sempre vissuto in pace, ma ora anche su di esso grava una terribile minaccia. Il Signore degli Inganni, che molti ritenevano morto da secoli, è di nuovo all'opera. Solo un meraviglioso talismano, la spada di Shannara, può riuscire a sconfiggerlo per sempre, ma la mitica arma può essere ritrovata ed impugnata solo da un discendente di antichi re. E' forse questo il destino del giovane trovatello Shea?




9309067Titolo: Abbiamo sempre vissuto nel castello
Autore: Shirley Jackson
Anno di pubblicazione: 1962
Editore: Adelphi
Pagine: 182
Costo: 15,30

"A Shirley Jackson, che non ha mai avuto bisogno di alzare la voce"; con questa dedica si apre L'incendiaria di Stephen King. È infatti con toni sommessi e deliziosamente sardonici che la diciottenne Mary Katherine ci racconta della grande casa avita dove vive reclusa, in uno stato di idilliaca felicità, con la bellissima sorella Constance e uno zio invalido. Non ci sarebbe nulla di strano nella loro passione per i minuti riti quotidiani, la buona cucina e il giardinaggio, se non fosse che tutti gli altri membri della famiglia Blackwood sono morti avvelenati sei anni prima, seduti a tavola, proprio lì in sala da pranzo. E quando in tanta armonia irrompe l'Estraneo (nella persona del cugino Charles), si snoda sotto i nostri occhi, con piccoli tocchi stregoneschi, una storia sottilmente perturbante che ha le ingannevoli caratteristiche formali di una commedia. Ma il malessere che ci invade via via, disorientandoci, ricorda molto da vicino i "brividi silenziosi e cumulativi" che - per usare le parole di un'ammiratrice, Dorothy Parker abbiamo provato leggendo La lotteria. Perché anche in queste pagine Shirley Jackson si dimostra somma maestra del Male - un Male tanto più allarmante in quanto non circoscritto ai "cattivi", ma come sotteso alla vita stessa, e riscattato solo da piccoli miracoli di follia.

Nessun commento:

Posta un commento

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)