14/10/15

Prossimamente in soffitta - Ottobre #1

Finalmente, dopo tempo immemore, posso postare un nuovo WWW Wednesday. Non penso che vi sia altro da aggiungere riguardo la lentezza delle mie letture, quindi ecco a voi...





9309067 Titolo: Abbiamo sempre vissuto nel castello
Autore: Shirley Jackson
Anno di pubblicazione: 1962
Editore: Adelphi
Pagine: 182
Costo: 15,30

"A Shirley Jackson, che non ha mai avuto bisogno di alzare la voce"; con questa dedica si apre L'incendiaria di Stephen King. È infatti con toni sommessi e deliziosamente sardonici che la diciottenne Mary Katherine ci racconta della grande casa avita dove vive reclusa, in uno stato di idilliaca felicità, con la bellissima sorella Constance e uno zio invalido. Non ci sarebbe nulla di strano nella loro passione per i minuti riti quotidiani, la buona cucina e il giardinaggio, se non fosse che tutti gli altri membri della famiglia Blackwood sono morti avvelenati sei anni prima, seduti a tavola, proprio lì in sala da pranzo. E quando in tanta armonia irrompe l'Estraneo (nella persona del cugino Charles), si snoda sotto i nostri occhi, con piccoli tocchi stregoneschi, una storia sottilmente perturbante che ha le ingannevoli caratteristiche formali di una commedia. Ma il malessere che ci invade via via, disorientandoci, ricorda molto da vicino i "brividi silenziosi e cumulativi" che - per usare le parole di un'ammiratrice, Dorothy Parker abbiamo provato leggendo La lotteria. Perché anche in queste pagine Shirley Jackson si dimostra somma maestra del Male - un Male tanto più allarmante in quanto non circoscritto ai "cattivi", ma come sotteso alla vita stessa, e riscattato solo da piccoli miracoli di follia.


17378508Titolo: Blue Lily, Lily Blue
Autore: Maggie Stiefvater
Anno di pubblicazione: 2013
Editore: Scholastic Press
Pagine: 391
Costo: 17,56

There is danger in dreaming. But there is even more danger in waking up. 
Blue Sargent has found things. For the first time in her life, she has friends she can trust, a group to which she can belong. The Raven Boys have taken her in as one of their own. Their problems have become hers, and her problems have become theirs. 
The trick with found things though, is how easily they can be lost. 
Friends can betray. 
Mothers can disappear. 

Visions can mislead. 

Certainties can unravel.







Titolo: La spada di Shannara
Autore: Terry Brooks
Anno di pubblicazione: 1993
Editore: Mondadori
Pagine: 616
Costo: 9,35

Il villaggio di valle d'Ombra è sempre vissuto in pace, ma ora anche su di esso grava una terribile minaccia. Il Signore degli Inganni, che molti ritenevano morto da secoli, è di nuovo all'opera. Solo un meraviglioso talismano, la spada di Shannara, può riuscire a sconfiggerlo per sempre, ma la mitica arma può essere ritrovata ed impugnata solo da un discendente di antichi re. E' forse questo il destino del giovane trovatello Shea?



Titolo: Le confidenze di Arsène Lupin
Autore: Maurice Leblanc
Anno di pubblicazione: 1903
Editore: Corriere della Sera
Pagine: 214
Costo: 6,90

Pubblicati in volume nel 1913, i nove racconti che compongono le "Confidenzedi Arsène Lupin" costituiscono un'importante introduzione al celebrepersonaggio di 'ladro gentiluomo' prima della svolta idealistica deldopoguerra. Lupin è il carismatico donnaiolo e scaltro scassinatore dallamorale ambigua che intriga e conquista. Tra tutti i Lupin che le opere diLeblanc ci hanno consegnato, il più vicino a quello che tutti ricordiamo eamiamo ha vissuto proprio in queste pagine






Titolo: Metro 2033
Autore: Dmitry Glukhovsky
Anno di pubblicazione: 2005 - 2010 (Italia)
Editore: Multiplayer Edizioni
Pagine: 779
Costo: 13,48

L'anno è il 2033. Il mondo è ridotto ad un cumulo di macerie. L'umanità è vicina all'estinzione. Le città mezze distrutte sono diventate inagibili a causa delle radiazioni. Al di fuori dei loro confini, si dice, solo deserti e foreste bruciate. I sopravvissuti ancora narrano la passata grandezza dell'umanità. Ma gli ultimi barlumi della civiltà fanno già parte di una memoria lontana, a cavallo tra realtà e mito. L'uomo è stato sostituito da altre forme di vita, mutate dalle radiazioni e più idonee a vivere nella nuova arida terra. Il tempo dell'uomo è finito. Poche migliaia di esseri umani sopravvivono ignorando il destino degli altri. Vivono nella metropolitana di Mosca, la più grande del mondo. E l'ultimo rifugio dell'umanità. Le stazioni sono diventate dei piccoli stati, la gente riunita sotto idee, religioni, filtri dell'acqua o semplicemente per difendersi. E un mondo senza domani, senza spazio per sogni, piani e speranze. I sentimenti hanno lasciato spazio all'istinto di sopravvivenza, ad ogni costo. VDNKh è la stazione più a nord, una volta la più bella e più grande. Oggi la più sicura. Ma oggi una nuova minaccia si affaccia all'orizzonte. Artyom, un giovane abitante di VDNKh, è il prescelto per addentrarsi nel cuore della metro, fino alla leggendaria Polis, per avvisare tutti dell'imminente pericolo e ottenere aiuto. E lui ad avere le chiavi del futuro nelle sue mani, dell'intera metro e probabilmente dell'intera umanità.


 Titolo: Le pietre magiche di Shannara
Autore: Terry Brooks
Anno di pubblicazione: 1994
Editore: Mondadori
Pagine: 504
Costo: 8,83

Ad Arborlon, la mitica capitale del regno degli Elfi, la popolazione sta per essere investita da uno spaventoso cataclisma. L'Eterea, la pianta magica che protegge tutto l'antico popolo dalle forze del male, sta soccombendo sotto un magico attacco. Da ogni parte stanno per irrompere mostri delle tenebre e demoni spaventosi. Solo il giovane Lauren, alla testa di un pugno di eroi, troverà il coraggio di opporsi alle forze del male.


Se volete, potete lasciarmi i link delle vostre letture in corso. Passerò volentieri a dare uno sguardo!






10 commenti:

  1. Io mi trascino dietro il blocco del lettore da agosto, pensa te :(
    Sto invidiando profondamente il fatto che tu possa leggere Blue Lily, Lily Blue, per quanto riguarda l'edizione italiana per ora è tutto fermo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella mia vita ho due leggi. La prima: mai aspettare i tempi dell'editoria italiana. La seconda: una lingua non può fermarti nella lettura di un libro. Sempre che esso non sia scritto in giapponese, cirillico, e via discorrendo. Mi fermo all'ingelse, al francese e allo spagnolo.
      Comunque, se ti può consolare anche io ho auvto un periodo di non lettura che è durato ben tre anni. Molto peggio direi -.-

      Elimina
  2. Shannara *.* Se continuo di questo passo, mi sa proprio che non riuscirò a leggerlo e depennarlo dalla tbr autunnale :( E BLLB vorrei tanto leggerlo anche io, ci ho provato ma l'autrice mi risulta un pochino difficile da leggere in lingua, quindi mi toccherà aspettare e sperare.
    Metro 2033 sembra tanto interessante! Io invece sto per terminare Albion, mi è piaciuto ma c'è qualcosina che non mi ha convinto proprio u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere, allora, riguardo Albion.
      Se vuoi, puoi leggere la recensione del primo libro di Shannara qui .
      Non è un libro magnifico, ha motli difetti ma è anche un classico, a mio parere.
      Per il libro della Stiefvater è una scommessa. Non ho mai letto libri in inglese ma ho fatto 5 anni di linguistico, guardo anime sottotitolati in inglese, molti articoli li leggo in lingua per tenerni aggiornata. Forse dovrò cercare qualche termine ma credo di potercela fare
      Spero che Metro 2033 non mi deluda. Prima conobbi il videogame ispirato al libro, e mi divertii moltissimo. Bellissimo a dir poco. Profondo sopratutto. Infatti, a quanto ho capito il libro è anche molto filosofico, con intere pagine dedicate ai pensieri del protagonista. Insomma, speriamo bene

      Elimina
  3. Ciao! Abbiamo sempre vissuto nel castello lo punto da parecchio e spero di riuscire a leggerlo presto :) mentre la serie di Shannara l'ho letta una vita fa, ma all'epoca mi era davvero piaciuta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shanarra lo lessi, il primo ciclo, alle medie e il resto del secondo al liceo. Ora l'ho ripreso in mano dopo tantissimo tempo ed è una di quelle saghe dannatamente impegnative ma insomma, cercherò di fare del mio meglio.

      Elimina
  4. La serie della Stiefvater vorrei iniziarla da una vita, ma non ne ho ancora avuto l'occasione! Magari aspetto che esca il prossimo in inglese l'anno prossimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fin'ora è una delle poche saghe che, per me, non sia partita male o che non abbia ancora fallito. Speriamo bene anche per l'ultimo capitolo.

      Elimina
  5. Oddio ma come fai a leggere tutte queste cose?io non riesco a leggere più di un romanzo a settimana! Quasi mi vergogno! Io purtroppo in lingua non riesco a leggere nulla,che disastro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che anche io ho i miei periodi no. Per esempio, ci ho messo una vita a leggere i romanzi appena terminati!
      Ora che ho finito l'università, chissà se riuscirò a leggere di più

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)