"Daughter of smoke and bone" di Laini Taylor

Finalmente l'ho letto! Ci sono riuscita! Ci ho messo molto tempo, pensate che mi piaceva anche... semplicemente non so il perché. Comunque, vedrete la scheda del libro in inglese perché ho deciso di leggere i seguiti in lingua.

Titolo: Daughter of smoke and bone
Autore: Laini Taylor
Saga: Daughter of smoke and bone #1
Editore: Little, Brown Books
Data di pubblicazione: 27 settembre 2011
Pagine: 418
Costo: 16,12


Around the world, black hand prints are appearing on doorways, scorched there by winged strangers who have crept through a slit in the sky. In a dark and dusty shop, a devil’s supply of human teeth grows dangerously low. And in the tangled lanes of Prague, a young art student is about to be caught up in a brutal otherworldly war. Meet Karou. She fills
her sketchbooks with monsters that may or may not be real, she’s prone to disappearing on mysterious "errands", she speaks many languages - not all of them human - and her bright blue hair actually grows out of her head that color. Who is she? That is the question that haunts her, and she’s about to find out. When beautiful, haunted Akiva fixes fiery eyes on her in an alley in Marrakesh, the result is blood and starlight, secrets unveiled, and a star-crossed love whose roots drink deep of a violent past. But will Karou live to regret learning the truth about herself?



In una Praga come tutte le altre, ma forse non troppo, cammina e vive Karou. Una ragazza strana, dai capelli blu e dall'apparenza perfetta, un misto fra un cigno e una bambola di porcellana. Solo lei è la figlia del mercante di desideri Sulphurus, vive la sua vita fra denti e parvix, la scuola d'arte e le mille parti del mondo dove la chimera la invia. Tutto è nelle norma nella vita di Karou, fino a che qualcosa a Marrakesh non va per il verso giusto.
Il primo romanzo della saga dedicata a chimere e serafini si è rivelato uno YA davvero valido. Approcciarsi un un mondo così "creepy" e al medesimo tempo fantastioso, palpabile, quasi vero, è un incontro raro. La cretività dell'autrice presenta una cifra stilistica unica e una idea fin'ora mai letta prima. I personaggi stessi sono particolari e riconoscibili. Il worldbuilding appare molto più compatto rispetto a quello letto e conosciuto in altri romanzi, seppure manchino ancora quelle due o tre spiegazioni, quel dettaglio che arrichiribbe il tutto e donerebbe una maggiore uniformità. Interessanti sono i vari, seppure assai vaghi, riferimenti a una sorta di relgione, di cabala e magari anche un pizzico di alchimia che permeano la Praga della Taylor e il mondo che vi è al di sopra, fra chimere e serafini. 
Gesti e azioni dettati dal sentimento sono scritti con cura e lo spazio loro dedicato all'interno della narrazione è forse stato fin troppo esagerato, seppure curato nei minimi dettagli, ricco di particolari e coinvolgente. Eppure un pizzico di cliché è stato sparso qua e là all'interno della narrazione, forse un po' troppo, al punto di essere stato usato per risolvere molteplici situazioni. Sebbene l'amore sia il perno su cui s'innesta la storia, di volta in volta è stato usato per giustificare alcune situazioni dalle quali, altrimenti, non si sarebbe potuti uscire fuori parlando.
Karou non è una protagonista come le altre, non possiede complessi d'inferiorità o superiorità, sebbene come nei migliori cliché l'autrice l'abbia resa perfetta al punto di risultare eterea. Eppure lei è vicina al lettore, perché è in grado di condividere le sue debolezze. Sono vere e rappresentano il lato, nascosto o meno, di tutte le persone. Nonostante queste, è al medesimo tempo forte, decisa e la sua decisione aumenta di pagina in pagina fino a culminare nel finale cliffhanger, assai gradito per giunta.
La sua controparte, il coprotagonista, è Akiva. Se Karou conversa una stilla d'allegria e vita, lui l'ha persa. Bello, perfetto, ultraterreno, e triste, malinconico e oscuro. Per fortuna, non n'è uscita fuori la figura di un classico bello e dannato, perché la Taylor è stata abbastanza capace da renderlo un personaggio d'inchiostro a più dimensioni, anziché piatto come una pagina di libro. Nonostante questo, la sua figura non spicca quanto quella di Karou, probabilmente perché troppo avvolto da dubbi e dal rimosorso, dai ricordi della sua vecchia vita e che in fondo è ancora intrisa nella sua pelle.
Daughter of smoke and bone, o La Chimera di Praga in italiano, è un romanzo a cui bisognrebbe sempre dare una occasione o forse più di una, in attesa di un seguito e ovvaiemente un finale di cui davvero non si può prevedere nulla.


Il mio voto per questo romanzo è di quattro punteggi d'inchiostro





14 commenti

  1. Mai una una recensione riuscì così gradita ... eh sì, perché "La chimera di Praga" mi ha subito affascinata e mi sono detta: "Ma vuoi vedere che per una volta trovo un bel fantasy?". Quindi grazie Amelia, grazie mille volte, perché hai proprio fugato quei due o tre dubbi che potevo ancora avere in testa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piaciere! Da una parte è un po' una responsabilità XD Che succede se poi non ti piace? Questo è il dramma delle recensioni.

      Elimina
    2. Qualora la sorte fosse così funesta, mi impegno sin d'ora a non inviarti lettere minatorie o teste di cavallo.

      Elimina
    3. Ahahahahaa grazie!
      Finalmente qualcuno mi ha detto qualcosa che credevo non avrei mai sentito.

      Elimina
  2. La gioia nel leggere la tua recensione e sapere che ti è piaciuto *--* se ti riesce, leggi subito anche il seguito! >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi aspetta già fra gli scaffali. Se uscirà nei prossimi sorteggi della TBR del mese meglio ancora. Visto che non riesco mai a decidermi estraggo i titoli a sorte

      Elimina
  3. Vorrei iniziare prestissimo questa serie, mi ispira da sempre =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando lo farai fammi sapere cosa ne pensi *_*

      Elimina
  4. Sono molto contenta che ti sia piaciuto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me XD Poi, proprio qualche giorno fa, mi sono arrivati i volumi in lingua. Li amo *_*

      Elimina
    2. Dovrei decidermi a continuarla anch'io... ho letto il primo parecchi anni fa e poi ho abbandonato la serie allo stato brado! XD

      Elimina
  5. Ciao ispira molto anche a me...ma sbaglio o il terzo volume della saga non è ancora stato pubblicato in italia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, infatti non è ancora stato pubblicato. Però dovrebbe arrivare a breve. Hanno pubblicato nuovamente la serie in Italia proprio in vista della pubblicazione del terzo

      Elimina
  6. Grazie! :)
    Vado in crisi profonda quando termino un libro e scopro che non ci sono notizie del volume successivo! XD

    RispondiElimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)