30/03/16

"Il tappo di cristallo" di Maurice Leblanc

Cari appassionati di libri, sono qui con una nuova recensione per voi. Solo leggendo il romanzo mi sono accorta di quanto mi mancasse Lupin. In questo caso la recensione sarà piuttosto breve, poiché ho notato di avere grandi difficoltà quanto mi tocca recensire libri fondati sopratutto sull'azione. Insomma, è difficile commentare senza fare spoiler, no?

Titolo: Il tappo di cristallo
Autore: Maurice Leblanc
Saga: Arsène Lupin #5
Data di pubblicazione: 7 maggio 2015 (originale 1912)
Editore: Corriere della Sera
Pagine: 257
Costo: 6,90


Un terribile mistero si cela in un tappo di cristallo che un complice conse-gna, senza alcuna spiegazione, ad arsène Lupin, prima di essere arrestato e condannato al patibolo. In una corsa contro il tempo per sottrarre l’amico a quel tragico destino, Lupin dovrà ricorrere a tutte le sue astuzie e le sue armi per scoprire il segreto che si nasconde dentro quell’oggetto preziosissimo e banale nel contempo. Muovendosi tra gli innumerevoli meandri di loschi affari internazionali, quasi inaspettatamente l’impagabile ladro gentiluomo si troverà invischiato in una trama ordita da politici corrotti e ricattatori senza scrupoli, dalle cui mire dovrà salvare una giovane affascinante e misteriosa. Avventure mozzafiato, colpi di scena, ironia e umorismo si susseguono nelle pagine di questo romanzo che, ancora una volta, rivela l’impareggiabile grandezza del mito di Arsène Lupin.

Durante un normale giorno di routine per Arsène Lupin, ovvero durante un furto in casa del deputato Daubrecq, qualcosa non va secondo i piani. Un domestico viene ucciso e la colpa ricade su due giovani affiliati della banda del famoso ladro francese: il giovane Gilbert e il poco affidabile Vaucheray. Arrestati entrambi della polizia, preso viene fatto sapere che saranno condannati a morte. Tutta la colpa sembra ricadere su un tappo di cristallo qualsiasi, del tutto insignificante, ma che in verità racchiude un grande segreto. Da questo punto in poi inizia la lotta di Lupin contro il tempo per liberare e salvare almeno il giovane Gilbert.
Le avventura di Lupin si rincorrono in tutta Francia, approndando, seppure per un breve periodo, anche in piana Costa Azzurra e Italia. Frequentando da anni, durante l'estate, tali luoghi, non vi dico l'improvvisa voglia di poter viaggiare a ritroso nel tempo. Il tappo di cristallo è un'avventura che non lascia un attimo di respiro, una vera e propria lotta contro il tempo assolutamente frenetica e senza soste. I colpi di scena non mancano mai, tant'è che l'intero libro è costellato di plot twist, di imprevisti, di alleanze, di tradimenti, di rapimenti e liberazioni....
Per una volta vi è anche la presenza di un personaggio femminile forte, almeno per quanto possono esserlo i personaggi femminili di Leblanc. Quasi sempre, le donne sono affette da sguardi languindi e da una grande fragilità, ma  Clarisse non è proprio come le altre. Anziché giovane donna (come viene descritta nella quarta di copertina) è una donna che ha già qualche capello grigio in testa e con un ruolo assai ben diverso dal solito, tant'è che per una volta Lupin riesce a stare al suo posto senza findazarsi o sposarsi con lei. Più o meno... questo lo capirete solo le leggerete il romanzo, proprio fino all'ultima frase.
Questa volta Lupin si vede di fronte un nemico che pare non essere in grado di combattere. Ogni passo in avanti che fa, il ladro francese viene surclassato dal suo nemico. Cervello fino contro cervello fino. Effettivamente, il nemico creato da Leblanc in questo romanzo è davvero, oltre che potente e ricco. Nulla sembra ostacolarlo, capace di leggere gli schemi di Lupin ancora prima che lui li abbia attuati. 
Infatti, questo romanzo mette in scena un Lupin più volte surclassato, mai pronto ad arrendersi ma la cui sconfitta sembra inevitabile e sempre dietro l'angolo. Eppure, a tutto ciò, a tutte le avversità interpone sempre il proprio ottimismo e la propria energia.


Il mio voto per questo romanzo è di cinque punteggi d'inchiostro




3 commenti:

  1. Lo so che i miei commenti quando si tratta di questi libri sono sempre gli stessi, ma prima o poi riuscirò a leggere qualcosa di questo autore!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, siamo in due! :) Ho il Mammut che mi aspetta nell'e-reader da un sacco di tempo!

      Elimina
    2. Spero che piaccia a entrambe :)

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)