"Scarlet" di Marissa Meyer

Cari appassionati di libri, oggi sono qui con una nuova recensione per voi. Oggi vi parlo del secondo capitolo delle Lunar Chronicles, una saga che al momento mi sta piacendo parecchio.
Titolo: Scarlet
Autore: Marissa Meyer
Saga: Lunar Chronicles #2
Editore: Fiewel and Friends 
Data di pubblicazione: 5 febbraio 2013
Pagine: 452
Costo: 18,87


Cinder, the cyborg mechanic, returns in the second thrilling installment of the bestselling Lunar Chronicles. She’s trying to break out of prison—even though if she succeeds, she’ll be the Commonwealth’s most wanted fugitive. Halfway around the world, Scarlet Benoit’s grandmother is missing. It turns out there are many things Scarlet doesn’t know about her grandmother or the grave danger she has lived in her whole life. When Scarlet encounters Wolf, a street fighter who may have information as to her grandmother’s whereabouts, she is loath to trust this stranger, but is inexplicably drawn to him, and he to her. As Scarlet and Wolf unravel one mystery, they encounter another when they meet Cinder. Now, all of them must stay one step ahead of the vicious Lunar Queen Levana, who will do anything for the handsome Prince Kai to become her husband, her king, her prisoner.


Cinder è in fuga e durante la sua evasione a lei si univerà Carswell Thorne. 
Dall'altra parte della Terra, Scarlet Benoit è alla ricerca della nonna scomparsa e il suo cammino s'incrocierà con quello di un lottatore di strada chiamato Wolf.
Queste due vicende apparentemente slegate, sono molto più unite di quanto possa mai sembrare. 
Scarlet è, sotto certi punti di vista, decisamente migliore di Cinder.
Prima di tutto, l'azione torna a permeare le pagine di romanzo in maniera assai decisa, creando fatti e movimenti, anziché supposizioni e colpi di fortuna. Sebbene nel finale si sia sentita una sorta di sigla che cantava "arrivano i nostri eroi". Scarlet riesce a infondere quel pizzico di azione che in Cinder mancava.
Anche la serietà appare aumentata e le falle logiche presenti nel primo romanzo della saga si sono decisamente attenuate, sebbene manchino ancora alcune domande e alcune risposte che potrebbero soddisfare la curiosità del lettore. Per esempio: come i Lunari sono divenuti tale? Come sono arrivati a vivere sulla Luna? Qualche risposta sarebbe d'obbligo, ora che il confronto con la regina Levana si fa sempre più aspro.
In ogni caso, la patina da romanzaetto YA che affligeva Cinder, si è decisamente persa in Scarlet dando vita a un romanzo sci-fi, retelling e d'avventura decisamente piacevole.
Un appunto andrebbe fatto sul worldbiulding. Dove Nuova Pechino era apparsa come uno scenario interessante seppure tratteggiato solo in parte, lo stesso non si può dire della Francia entro cui le avventura di Scarlet e Wolf si dipanano. Qualche dettaglio di Riuex viene lasciato trapelare qua e là, ma di Parigi non si può dire la stessa cosa.
I personaggi cominciano ad acquisire maggiore spessore e così anche l'imperatore Kai che in Cinder di certo non era risaltato fra i più brillanti. Cinder e Scarlet si dimostrano personaggi femminili forti. Dove la prima si rende capo di determinate decisioni ed è finalmente pronta a combattere, la seconda sa già come farlo. Il nuovo personaggio introdotto dalla Meyer è oltremodo combattivo e violento, seppure poco accorto e facile da ingannare. Il lettore potrà constatarlo in più punti del romanzo. Ma del resto Scarlet non aveva mai lasciato Rieux e il suo carattare, ben lontano dall'essere pacifico, la porta a compiere scelte impulsive.
Il personaggio di Wolf mi è piaciuto, ma la Meyer tende a essere frettolasa, dimenticando di esplorare tutte le particolarità introspettive di quest'ultimo. 
Da questo punto di vista, Scarlet è un romanzo che non lascia pausa e introduce il lettore nel mondo creato della scrittrice. Una volta letto questo libro non si può tornare indietro così come non possono farlo i personaggi. Il romanzo termina senza lasciare desumere nulla di ciò che accadrà in seguito e quindi non resta che leggere anche Cress.

Il mio voto è di quattro punteggi d'inchiostro


8 commenti

  1. non vedo l'ora di iniziare questa serie!*.*

    RispondiElimina
  2. Io ho letto Scarlet e non posso che concordare: bello, bello, bello.
    Però, come dici tu, la Meyer va spesso di fretta, ahimè.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche dettaglio in più non gusta mai U_U

      Elimina
  3. Sono sempre più incuriosita da questa serie =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco cosa intendi XD Io poi sono una ritardataria cronica riguardo le saghe che tutti hanno letto e ogni volta sto in giro a leggere recensioni, dicendomi: eh, forse dovrei dargli uno sguardo

      Elimina
  4. Complimenti per la recensione, mi ci ritrovo davvero parecchio :)

    RispondiElimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)