28/10/16

"Nevernight" di Jay Kristoff

Finalmente ci sono riuscita. Ho scritto questa recensione del Libro del Mese di settembre/ottobre. Prometto di essere un po' più veloce la prossima volta... ma meglio tardi che mai U_U
Comunque, lascio che la recensione parli per me *.*


Titolo: Nevernight
Autore: Jay Kristoff
Saga: The Nevernight Chronicles #1
Editore: Harper Voyager
Pagine: 429

Destined to destroy empires, Mia Covere is only ten years old when she is given her first lesson in death. Six years later, the child raised in shadows takes her first steps towards keeping the promise she made on the day that she lost everything. But the chance to strike against such powerful enemies will be fleeting, so if she is to have her revenge, Mia must become a weapon without equal. She must prove herself against the deadliest of friends and enemies, and survive the tutelage of murderers, liars and demons at the heart of a murder cult. The Red Church is no Hogwarts, but Mia is no ordinary student. The shadows love her. And they drink her fear.



La missione di Mia è la vendetta. La sua famiglia è distrutta e per sferrare i colpi fatali ai sue tre obbiettivi esiste un modo: entrare nella Red Church, la più temuta confraternita di assassini. Dopo aver portato a termine il suo primo addestramento, per Mia Corvere è oramai giunto il momento di entrare nella confraternita, ma non sarà così semplice...
Se dovessi esprimere tutto quello che provo per questo libro uscirebbe solo un: AAAAAAHHHHH!!!
Nevernight sarà sicuramente una delle migliori letture dell'anno.
Prima di tutto, voglio fare una piccola premessa per i lettori poco pazienti. Se non siete disposti a a seguire con attenzione trama e note, allora questo romanzo non fa per voi. Dico note perché il libro avrà delle vere e proprie note di testo con commenti ironici dell'autore e appunti il mondo di Nevernight,  e queste possono senza dubbio rallentare la lettura.
Se non siete particolarmente bravi a leggere in inglese, allora vi sconsiglio questo romanzo. Certo, la perdita è tutta vostra ma lo stile di questo romanzo a disturbato anche i madrelingua - alcuni gli hanno dato solo una stella proprio per tale motivo... 
Comunque, la scrittura di Kristoff non è assolutamente facile da comprendere e delle volte vi sono anche delle infodump, infatti alla lunga ho trovato alcune sue note superflue e un po' noiose.
Questo libro è pieno di sangue e crudeltà, iniziando con scene che fanno subito capire in che mondo ci troviamo, con che personaggio abbiamo a che fare e che di certo non sarà una passeggiata.
Il worldbuilding di Kristoff è fantastico, curato nei minimi dettagli e la parte artistica di questo romanzo non ha praticamente uguali. Non solo le mappe sono fantastiche, dando anche un'idea dell'architettura dei palazzi, ma le componenti delle feste, dei soldati, della magia e della religione rendono il romanzo un fantastico complesso che s'ispira a Venezia e a Roma.
Ho adorato tutti i personaggi. Davvero tutti, tranne Jessamine. Ho adorato anche i maestri della Red Church, anche se al medesimo tempo li ho disprezzati per la loro crudeltà - delle volte nascosta sotto il velo di un sorriso - e del loro amore insensato per la dea della notte. Comunque spero tantissimo di rivederli anche nel secondo capitolo e ammetto che non sarei affetto dispiaciuta se Mia ampliasse un po' il raggio della sua vendetta.
Ecco, Mia Corvere è fantastica. Ho davvero amato la protagonista. Lei è davvero una donna forte, consapevole delle sue scelte e pronta a uccidere, ma non per questo una spietata assassina sadica. Durante il suo apprendistato presso la Red Chuch, Mia sceglie - tra consapevolezza e inconsapevolezza - di tenere salda a sé la sua parte umana senza gettarla via in nome di un culto a cui lei non crede davvero. 
Sono stata davvero fiera di una scelta - che qui non nominerò - e spero davvero che nei libri seguenti Mia sia sempre in grado di discernere cosa è giusto e sbagliato, senza confondersi nella mischia di assassini fanatici che sono i membri della Red Church.
Mi è anche piaciuta molto la controparte maschile del romanzo, Tric... sebbene verso la fine mi abbia un po' deluso perché... be', non è stato consapevole quanto Mia.
E Mister Kindly. Ho adorato anche lui, quel dannato non-gatto che è l'unico vero amico di Mia. Sì, preparatevi a incontrare uno strano tipo di ombra.
La magia presente nel romanzo non è qualcosa di tutti i giorni e così lo è la magia che possiede Mia, ma le rispose non verranno fornite in questo primo libro. Ci sarà molto da attendere e il finale mi ha lasciato davvero a bocca aperta, con un sorriso sornione e uno strilletto isterico a risuonarmi dentro. Ho davvero bisogno di sapere quale la data di uscita del secondo romanzo.
Nevernight è un libro fantastico e spero che sei mai vedrà luce in Italia sia curato da una casa editrice che non butti via le magnifiche illustrazioni, sia che scelga l'edizione inglese o americana. Si tratta di una fantasy della nostra epoca che dimostra come si possa scrivere una fantastico romanzo di tale genere portando ai lettori qualcosa di nuovo e che non si affidi più ai vecchi canoni per scrivere una storia che promette di essere epica.



Il mio voto è di cinque punteggi d'inchiostro



4 commenti:

  1. Certo che sei brava a farmi salire l'hype e a smontarmi tutto in una pagina xD Mi sa che per ora resterà sullo scaffale xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono felice per l'hype, ma perché l'avrei smontato?
      Cosa ho scritto? XD

      Elimina
    2. Perché prima mi sono gasata per l'entusiasmo, poi quando dici che però l'inglese è difficile perfino per gli inglesi stessi... cioè io leggo in lingua, ma non vado a cercarmi le sfide xD

      Elimina
    3. Con un po' di esercizio sono sicura che ci riuscirai U_U Quando si tratta di essere lettori credo che non bisogni mai farsi fermare dalle barriere linguistiche, sopratutto per l'inglese che credo sia alla portata di tutti. Se posso darti un consiglio che mi davano i mie prof: non cercare di tradurre parola per parola ma all'inizio cerca di capire il senso generale della frase e del contesto.

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)