"This Savage Song" di Victoria Schwab

Chi recensisce un libro letto ad agosto in novembre? Ma io, che domande. Comunque, come dico io, in questi casi è meglio tardi che mai. E inoltre così avrete un bel novembre ricco di recensioni interessanti, no, miei cari lettori?


Titolo: This Savage Song
Autore: Victoria Schwab
Saga: Monsters of Verity
Editore: Greenwillow Books
Pagine: 427

 Kate Harker wants to be as ruthless as her father. After five years and six boarding schools, she’s finally going home to prove that she can be. August Flynn wants to be human. But he isn’t. He’s a monster, one that can steal souls with a song. He’s one of the three most powerful monsters in a city overrun with them. His own father’s secret weapon.  Their city is divided. Their city is crumbling. Kate and August are the only two who see both sides, the only two who could do something. But how do you decide to be a hero or a villain when it’s hard to tell which is which?





La Terra non è più come la conosciamo, almeno non nel mondo di This Savage Song. Siamo in America ma la geografia è stata riscritta. Gli stati sono cambiati e così i nomi delle città. Questo per colpa dei mostri, creature che provengono dalle azioni malvagie degli uomini: Corsai - ombre nere di artigli e denti-, Malacai - si nutrono di sangue - e Sunai - i più pericolosi e potenti di tutti. 
Kate non ha paura di loro, o almeno non lo da a vedere, perché vuole a ogni costo rimettere piede a Verity e incontrare nuovamente suo padre. Lui ha potere sui mostri e promette di tenerli a bada e proteggere la popolazione. 
Un'altra fazione non la pensa così, la stessa di cui invece fa parte August. E lui non è come tutti gli altri.

Quando i cammini di August e Kate s'incroceranno, le due fazioni collideranno e il mondo dei due giovani comincerà a non essere più lo stesso e forse vi sarà anche salvezza per Verity.
Ammetto che questo libri mi è piaciuto moltissimo ma speravo di esserne colpita maggiormente, sopratutto perché avevo sempre e solo sentito grandi cose sulla Schwab, invece devo dire che non ho avvertito nulla che mi facesse dire: questo libro avrebbe potuto scriverlo solo lei.
Ma questa è praticamente la mia unica critica - oltre una sottigliezza sui mostri -, che poi non è neppure tanto tale.

Ecco, prima di andare avanti, parliamo un attimo dei mostri. Da una parte mi aspettavo di trovare delle vere e proprie bestie, qualche assurda e macabra creatura che mi avrebbe lasciata disgustata e pronta a sentire i brividi sulla pelle. Purtroppo non è stato così e l'idea in generale dei Corsai e dei Malachai non mi ha affatto colpito... sebbene io abbia adorato Sloan, un Malachia che i lettori incontreranno molto presto leggendo il libro.
I Sunai sono senza dubbio i più particolari e la loro origine la peggiore, ma anche lì...
La splendida e inquietante filastrocca del romanzo mi aveva fatto prospettare cose orribili e invece non è stato proprio così. 
Inoltre ho trovato un po' scontata l'origine dei mostri.

Ma ripeto che nonostante questi dettagli, This Savage Song  mi è piaciuto moltissimo.
Di questo libro mi è piaciuto il fatto che non ci sia romance. Finalmente! Un libro realistico. E dico questo perché è più o meno assurdo che ogni volta i protagonisti di ya s'innamorino a vicenda, perché non è che la persona che piace la si trova sempre a portato di mano.
Infatti, Kate e August sono amici e non innamorati. La dinamica fra i due, il legame che si crea, cosa sono disposti a fare l'uno per l'altra perché si rispettano a vicenda, è stato senza dubbio qualcosa di bello e nuovo.

Il personaggi di August è quello che mi ha colpito un po' di meno, perché devo dire che ho dato molta attenzione a Kate. Non è la tipica eroina ya di buon cuore, anzi! Oltre essere particolarmente aggressiva, ha dei seri problemi di rabbia ed è estremamente combattiva. Inoltre è anche in grado di ammettere di aver torto e di prendere decisioni drastiche ma giuste - lo capirete dal finale.

This Savage Song non è quindi un libro che lascia il tempo di appropinquarsi a pensieri poetici e delicati come l'amore, ma è un romanzo ricco di azione e di brutte verità sulla famiglia....
Il finale è senza dubbio interessante e apre una miriade assurda di possibilità e sono davvero curiosa di vedere come se la caverà la Schwab nello scrivere il finale di Our Dark Duet, libro conclusivo della duologia.


Il mio voto è di quattro punteggi d'inchiostro e mezzo


2 commenti

  1. Nella mia lista. Hai visto il secondo ha la copertina Blu!!!! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero un po' nella trilogia ma so benissimo che è una duologia. Non vedo l'ora di averlo fra le mani *.*

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)