12/12/16

"Shadow and Bone" di Leigh Bardugo

Considerando che ho moltissime recensioni da fare, ammettendo che io riesca a reggere il ritmo e programmare tutti i post della settimana, preparatevi a una settimana davvero ricca. Solitamente ho pubblicato tutti i miei post la mattina, ma ho visto che non molti ricevevano attenzione, per cui ho deciso di spostare la pubblicazione all'ora di pranzo, fra l'una e le quattordici. Spero che la cosa risolva un po' il disinteresse dei post :( 


Titolo: Shadow and Bone
Autore: Leigh Bardugo
Saga: The Grisha #1
Editore: Henry Holt and Company
Pagine: 358

Surrounded by enemies, the once-great nation of Ravka has been torn in two by the Shadow Fold, a swath of near impenetrable darkness crawling with monsters who feast on human flesh. Now its fate may rest on the shoulders of one lonely refugee. Alina Starkov has never been good at anything. But when her regiment is attacked on the Fold and her best friend is brutally injured, Alina reveals a dormant power that saves his life—a power that could be the key to setting her war-ravaged country free. Wrenched from everything she knows, Alina is whisked away to the royal court to be trained as a member of the Grisha, the magical elite led by the mysterious Darkling. Yet nothing in this lavish world is what it seems. With darkness looming and an entire kingdom depending on her untamed power, Alina will have to confront the secrets of the Grisha . . . and the secrets of her heart.


Prima di partire con l'introduzione e la recensione veri e propri, occorre che io dica questo: il libro mi è piaciuto - non incredibilmente - ma ho molte recriminazioni da fare. Come alcuni di voi avranno notato, sono spesso assai più brava a mettere in evidenza gli aspetti negativi di un romanzo rispetto a quelli positivi... quindi, è tempo di opinioni impopolari.
Siamo a Ravka, un mondo fantasy ispirato alla Russia, in cui si muovono Alina e Mal, due giovani ragazzi del Primo Esercito. Il giorno in cui dovranno attraversare la Distesa, tutto cambierà nella loro vita, sopratutto per Alina. Quando la vità di Mal sarà in pericolo, la ragazza sfodererà un potere che credeva di non possedere e le porte del mondo Grisha si spalancheranno per lei.
Partiamo con una recriminazione alla traduzione italiana. Non mi è piaciuta per nulla! Sto anche pensato che lo stesso traduttore italiano di Shadow and Bone sia lo stesso che si occupò della traduzione della trilogia dystopica di Marie Lu. Lo stile e la piattezza sono i medesimi. E se non sono gli stessi è bene che la Piemme trovi qualche traduttore capace di trasmettere altre emozioni. 
Leggendo qualche riga del romanzo in inglese, posso dire di averne già ricevuto un'impressione diversa e decisamente più positiva.
Il worldbuilding non mi ha stupito affatto. Ho letto e sentito parlare di quanto questo romanzo portasse in auge il folklore e l'atmosfera russa, ma... no. Sì, ci sono i nomi che danno questa impressione. Sì, ci sono alcuni nomi di cibi e bevande. Sì, ci sono le descrizioni dei palazzi... che non mi danno proprio l'idea di russo, ma dettagli. E poi c'è la copertina. Ma cosa ha di russo questo libro? Non molto. In questo caso è più atmosfera che sostanza. 
Il sistema magico è abbastanza chiaro, sopratutto per la divisione dei vari tipi di Grisha ma anche qui mancano delle basi solidissime, forse perché c'è ancora molto da dire e da svelare riguardo la figura del Darkling.
Parlando proprio di lui e arriviamo ai personaggi.
 *sezione spoiler* Il Darkling è un manipolatore, ha complessi di onnipotenza, abusa delle persone psicologicamente e, probabilmente e se potesse, anche fisicamente. Inoltre è perverso. Insomma, nulla di dire sulla sezione cattivo. Ma non riesco a farmelo piacere come personaggio in sé e molto per colpa della fangirl da me incontrate, che con alcuni atteggiamenti hanno soffocato il personaggio. Scusatemi, care amanti del Darkling, ma non venite a dirmi che lui è una persona traumatizzata. Ha le mani lunghe - se capite cosa intendo - e massacra gente senza farsi problemi, oltre schiavizzare la protagonista e torturarla minacciando di uccidere ciò a cui lei tiene di più... E mi raccomando che loro due devono stare assieme. No, scusate ma non ce la faccio. Avrei voluto vedere voi al posto di Alina, poi vediamo se è ancora tenebroso, tormentato e sexy. Il realismo, per favore. *fine sezione*.
Senza ombra di dubbio si tratta di un personaggio interessante che avrei voluto vedere molto di più, sopratutto per coglierne alcuni meccanismi, cosa che a quanto pare avverrà nei libri seguenti.
Personalmente, a differenza della maggioranza, ho gradito il personaggio di Mal molto di più rispetto ad Alina, che è rimasta piuttosto scialba per buona parte del romanzo. Da un'altra parte delle volte mi sono ritrovata maggiormente d'accordo con Alina che con lui. Eppure devo dire che sono rimasta molto colpita dalla devozione che Mal prova nei confronti della ragazza e alcune sue frasi mi hanno davvero colpito, dimostrando quanto davvero tenesse a lei.
Del romanzo in sé, posso dire che mi è piaciuto. Senza ombra di dubbio è stata una lettura gradevole da cui però mi sarei attesa molto di più. Sono anche molto curiosa di leggere il seguito e non vedo l'ora di poterci mettere le mani sopra, sopratutto dato il finale inaspettato che mi sono trovata davanti. Avrei davvero pensato che sarebbe andato in altro modo ma così non è stato. 


Il mio voto è di tre punteggi d'inchiostro


3 commenti:

  1. Ma ciò che rende il Darkling così intrigante sono proprio le caratteristiche che elenchi XD è affascinante nella sua malvagità. Certo, mi stupirei anche io se Alina finisse con lui! Mal al contrario tuo io l'ho detestato u.u

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intendiamoci, il confine fra apprezzare il cattivo ben riuscito, cosa che è il Darkling, e il cattivo intrigante che dovrebbero renderlo un bonazzo appetibile è molto sottile ma in verità molto chiaro. Solo che sentirmi dire in continuazione quanto il Darkling sia sexy e un povero cucciolo, invece che parlare delle sue "qualità di cattivo", mi sfiancano XD
      Io non so cosa abbia fatto Mal. Di certo non è il ragazzo più brillante al mondo e dice anche delle cavolate, ma l'ho trovato una buona controparte maschile.

      Elimina
    2. A me di Mal non piace il fatto che, almeno nel primo volume (l'unico che ho letto, per il momento c.c) , sia il solito ragazzo che si accorge di quanto la sua amica sia attraente solo quanto quest'ultima inizia ad attirare le attenzioni di altri tizi. Insomma, rispetto alla protagonista e al Darkling è un personaggio piuttosto banale.
      Il Darkling povero cucciolo ma anche no, su questo ti do ragione XD

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)