"Anna Dressed in Blood" di Kendare Blake


Primo giorno della settimana e allora tanto vale iniziare con una bella recensione *.* Finalmente le sto recuperando un po' tutte. E quest'oggi partiamo con un bel libro horror XD

Titolo: Anna Dressed In Blood
Autore: Kendare Blake
Saga: Anna #1
Editore: Tor Teen
Pagine: 320

Cas Lowood has inherited an unusual vocation: He kills the dead.
So did his father before him, until he was gruesomely murdered by a ghost he sought to kill. Now, armed with his father's mysterious and deadly athame, Cas travels the country with his kitchen-witch mother and their spirit-sniffing cat. They follow legends and local lore, destroy the murderous dead, and keep pesky things like the future and friends at bay.
Searching for a ghost the locals call Anna Dressed in Blood, Cas expects the usual: track, hunt, kill. What he finds instead is a girl entangled in curses and rage, a ghost like he's never faced before. She still wears the dress she wore on the day of her brutal murder in 1958: once white, now stained red and dripping with blood. Since her death, Anna has killed any and every person who has dared to step into the deserted Victorian she used to call home.
Yet she spares Cas's life.


Anna vestita di sangue è il primo romanzo di una duologia horror, più o meno, che vede in scena di Cas, cacciatore di spiriti e fantasmi dopo la morta di suo padre. Il ragazzo, proprio per tale motivo, non conduce un’esistenza serena. Non si parla di fantasmi, no. Loro non sono il vero problema che lo angoscia, quanto il fatto di non essere mai stato in grado di capire cosa abbia ucciso suo padre. 
Cacciare fantasmi è l’unica cosa che lo fa sentire bene. Ed è così che viene a sapere di Anna Vestita di Sangue, il fantasma di una giovane ragazza che non lascia uscire vivo chiunque metta piede nella sua casa.
Molto presto si troverà in compagnia di della più bella della scuola e di un “secchione” esoterico come spalle e molto presto anche la situazione con Anna cambierà, perché lei non lo ucciderà al contrario di come ha fatto con tutti gli altri.

Questo libro è stata una lettura carina, ma nulla di più.  Mi lascia moltissime perplessità, per cui cercherò di essere breve.

Prima di tutto, ecco il punto negativo numero uno: la traduzione di alcune frasi. Quando si tratta di parolacce, tutti i protagonisti dicono: cacchio. Prima di tutto è inverosimile. Secondo… c’è ancora qualcuno che dice “cacchio”? Io lo usavo alle elementari.  Un po’ ridicolo, insomma

Il secondo punto negativo riguarda una paio di cose totalmente “wtf”. All’interno del romanzo ci sono moltissimi riferimenti wiccan e del voodoo.  Se della prima conosco alcune cose, non posso dire lo stesso del secondo.  Infatti, ho capito ben poco di cosa stesse accadendo verso alcune parti finali del romanzo, perché il vero e tremendo fantasma fosse tale, cosa lo rendesse diverso dagli altri spiriti e fosse più un demone che uno spirito.

Stesso discorso per il finale: come e perché è successo? Qual è il senso? Perché è accaduto esattamente quella cosa e non un’altra? Ho seriamente bisogno di alcune spiegazioni che spero il secondo libro mi fornirà.

In compenso ho apprezzato molto le dinamiche formatesi all’interno della compagnia. Se da una parte non ho amato particolarmente Anna, che mi ha detto ben poco tanto quanto la romance, ho trovato Cas un personaggio antieroe davvero interessante e soprattutto fresco.  Non ha molti scrupoli, estremamente realista, sa come agire nel bene e nel male.

L’unica cosa che mi lascia piuttosto amara non solo del romanzo, ma anche della recensione, è che questo romanzo non ha la stessa profondità o complessità di Three Dark Crowns, lasciandomi così con ben poco da dire. Senza ombra di dubbio, se state cercando un romanzo semi horror d’avventura, allora Anna dressed in blood fa per voi. 


Il mio voto è di tre punteggi d'inchiostro


6 commenti

  1. Io ho trovato il libro abbastanza avvicente, con combattimenti alteenati a momenti di riflessione sulla strategia da adottare.
    La scoperta di nuovi sentimenti da parte di Cas si rivelerà la chiave per fargli accettare che ci sono altre cose importanti, che non dovrebbe trascurare mentre insegue gli spiriti.

    Purtroppo in Italia non è stato tradotto il seguito, per cui dovremo aspettare un po' prima di sapere qualcosa in più sul colpo di scena finale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Italia il seguito non arriverà mai, è praticamente certo. Il libro non si trovo quasi più nelle librerie e credo che la Newton Compton non abbia intenzione di rimetterci sopra le mani :(

      Elimina
  2. Uh, pubblicherò una mini recensione del libro proprio venerdì, che coincidenza :D comunque io sono rimasta piacevolmente sorpresa perché ne avevo sentito parlare male da una blogger fidata e non mi aspettavo che mi piacesse. Invece tutto il contrario! Tra l'altro era anche il periodo giusto **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non mi aspettavo un capolavoro e infatti così è stato ma mi sono davvero divertita nella lettura

      Elimina
  3. Questa storia che i lettori vengano snobbati in questa maniera, con serie iniziate e mani concluse, la trovo vergognosa. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Regole del mercato, purtroppo >.> Al tempo noi italiani non eravamo tanto spinti sugli ya e i tanti autori di quel tipo e i libri non ganno venduto ç_ç

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)