"And I Darken" di Kiersten White

Cosa fate in questa domenica, lettori in soffitta? Io m'impegno per fare tutto quello che mi sono prefissa. Comprese due recensioni per oggi. Sì, avete letto bene. Due. Una sarà in stile mini-recensione perché si tratta di un racconto, ma è meglio che nulla, no? 😃


Titolo: And I Darken
Autore: Kiersten White
Saga: The Conqueror's Saga #1
Editore: Delacorte Press
Pagine: 475

No one expects a princess to be brutal. And Lada Dragwlya likes it that way. Ever since she and her gentle younger brother, Radu, were wrenched from their homeland of Wallachia and abandoned by their father to be raised in the Ottoman courts, Lada has known that being ruthless is the key to survival. She and Radu are doomed to act as pawns in a vicious game, an unseen sword hovering over their every move. For the lineage that makes them special also makes them targets. Lada despises the Ottomans and bides her time, planning her vengeance for the day when she can return to Wallachia and claim her birthright. Radu longs only for a place where he feels safe. And when they meet Mehmed, the defiant and lonely son of the sultan, Radu feels that he’s made a true friend—and Lada wonders if she’s finally found someone worthy of her passion. But Mehmed is heir to the very empire that Lada has sworn to fight against—and that Radu now considers home. Together, Lada, Radu, and Mehmed form a toxic triangle that strains the bonds of love and loyalty to the breaking point.



Retelling in versione gender bender al femminile di Vlad III, questo romanzo storico in chiave YA è stata una bella scoperta. Lo è stata meno venire a conoscenza che moltissimi miei coetanei e anche più grandi non avevano mai sentito parlare del personaggio storico e alcuni mi hanno chiesto se Dracula - temo proprio quello del romanzo - fosse reale. Facciamo finta che non sia mai successo.
Comunque, credevo che questo romanzo avrebbe raggiunto dei livelli di crudeltà estremi, dato che in verità al vero Vlad non andò di lusso come a Lada, ma per fortuna non è stato così. In ogni caso, considerando che And I Darken ripercorre l'infanzia di Lada e la sua vita presso la corte Ottomana, Now I Rise - seguito della saga - probabilmente porterà in scena il suo lato peggiore e allora ci sarà da tenersi stretti.
L'unica vera pecca di questo romanzo - tanto vale dirla subito - non è davvero così importante. A livello storico alcune cose sono un po' affrettate, sopratutto con l'avanzare della fine. Come l'autrice ha scritto nelle note del romanzo, lei si è presa la libertà di sistemare alcun fatti storici e figure storiche in modo tale che il romanzo potesse scorrere e funzionare. Cosa che ha effettivamente fatto, ma da una parte, delle volte, mi è sembrato letteralmente di scivolare oltre gli eventi, di non viverli a sufficienza e così di perdere per strada i personaggi.
Per tutto il resto, questo libro mi è piaciuto tantissimo. Mi sento un po' restia nell'usare il termine "amara" perché non posso dire di aver sfogliato ogni pagina con fare febbrile, ma ho letto il finale provando una sorta di emozione eccitata e felice. Del tipo: oh, *divinità a caso* adesso sono *organi genitali maschili*.
Insomma, davvero non posso lamentarmi, ma è mancata la scintilla.
Ciò che ho davvero adorato sono stati i personaggi. Tranne Mehmed. Non che il poverino mi abbia fatto qualcosa o abbia agito in modo da farsi odiare - anche se millanta amore per Lada e poi sforna figli con tutte le concubine dell'harem - ma per me è stato un personaggio così vuoto che se fosse morto... che dire, non mi sarebbe importato neppure un poco. Infatti, non ho compreso l'ossessione di Radu e Lada nei suoi confronti. 
Ecco, Lada e Radu. Loro sono speciali e fantastici. Sono diversissimi, eppure li ho capiti e amati entrambi senza alcuna difficoltà. Non potrei mai tifare per uno in particolare.
Trovo che l'autrice, al loro riguardo, abbia fatto uno splendido lavoro.
Lada è una sorta di eroina femminista con le capacità relazionali e intellettive di uno scimmione o un gatto rabbioso. Tira pugni, sfascia gente e cose, urla, fa la pazza, vuole il potere, sfascia altra gente, cerca il suo posto in una società maschilista e riesce anche a crearlo. Adorabile.
Anche Radu è adorabile, ma sopratutto ha il cervello che manca a Lada. Se lei è il guerriero, lui è il politico e, se posso dire, Radu salva la situazione più e più volte durante il corso degli eventi usando semplicemente le parole. E vogliamo parlare del suo dolore interiore? Avrei potuto lanciargli delle rose.
Fantastica è anche la relazione fra i due fratelli. Devo dire che ha fatto male vedere come si svolgeva il finale del romanzo fra loro, ma allo stesso tempo è stato bello vederli cambiare ed è stato altrettanto bello vedere Lada rimanere sorpresa di fronte a Radu, data la sua grande crescita.
Non m sembra che ci sia molto altro da aggiungere... tranne forse il fatto del triangolo amoroso - se vogliamo chiamarlo così, perché era chiaro fin da subito come sarebbe andata a finire - che da un certo punto di vista poteva risultare anche superfluo, ma che comunque non ha disturbato dato che i sentimenti dei personaggi sono stati davvero ben espressi.


Il mio voto è di quattro punteggi d'inchiostro e mezzo


2 commenti

  1. Anche a me è piaciuto tantissimo e ammetto che la cosa che mi ha delusa di più è scoprire che non era un fantasy xD Dai, quella copertina è per un fantasy!
    Comunque ho notato che anche chi lo ha letto non ha recepito fino in fondo che Lada è la versione femminile di Dracula. Ho parlato con gente convinta che suo padre fosse il Dracula in questione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ero certa che vi sarebbe stato un tocco di fantasy, ma poi mi sono resa conto - leggendo la trama - che non era così e mi è piaciuto molto comunque.
      Questa cosa che mi dici è grave ç_ç Seriamente, è stato scritto a destra e a manca che Lada è Vlad III. Ma comunque quando si leggono certi libri penso che sa sempre un bene andarsi a documentare un poco U_U Giusto per non perdersi dei pezzi e capire bene le cose.

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)