04/02/17

"Nemesis" di Anna Banks

Lettori in soffitta, considerando quanto sono indietro con le recensioni, ho deciso di adottare una tabella di marcia parecchio ferrea riguardo al blog, cambiando anche un po' lo stile delle recensioni, cercando di essere più stringata e non solo per via delle recensioni arretrate. Gli esami si avvicinano (dal 20 al 24 febbraio) e sono cumulativi. Ho una sacco di cose da recuperare e disegnare nuovamente, però non voglio mettere da parte le mie passioni e il blog. Per cui voglio scrivere tutto ciò che mi rimane da scrivere e cercare anche di essere veloce.

Titolo: Nemesis
Autore: Anna Banks
Saga: Nemesis #1
Editore: Feiwel & Friends
Pagine: 359

Princess Sepora of Serubel is the last Forger in all the five kingdoms. The spectorium she creates provides energy for all, but now her father has found a way to weaponize it, and his intentions to incite war force her to flee his grasp. She escapes across enemy lines into the kingdom of Theoria, but her plans to hide are thwarted when she is captured and placed in the young king’s servitude. Tarik has just taken over rulership of Theoria, and must now face a new plague sweeping through his kingdom and killing his citizens. The last thing he needs is a troublesome servant vying for his attention. But Mistress Sepora will not be ignored. When the two finally meet face-to-face, they form an unlikely bond that complicates life in ways neither of them could have imagined. Sepora's gift may be able to save Tarik’s kingdom. But should she risk exposing herself and her growing feelings for her nemesis?


Sepora è la principessa di Serubel. Potrebbe godere di ogni beneficio dato dalla sua posizione ma lei è l'ultima dei Forgiatori, esseri umani in grado di produrre dal proprio corpo un minerale preziosissimo per la sua nazione e quelle confinanti. Più che una persona è un oggetto fra le mani di suo padre. Così prende una scelta drastica: raggiungere una sacca di popolazione di Serubel che però vive nella nazione avversaria, Theoria.
Da quel momento in poi iniziano le avventure di Sepora.
Avventura che avrebbero potuto anche essere meglio. 
Quando mi sono ritrovata questo libro fra le mani - mi arrivò con una scatola di FairyLoot - rimase un po' scontenta. Non sapevo che libro aspettarmi ma quello ricevuto non mi convinceva molto, ma poi, leggendo come si trattasse di un romanzo ispirato all'antico Egitto, ho cominciato a leggerlo senza esitazione. 
Eh... Non mi sento di blastare eccessivamente questo romanzo, perché i suoi pregi li ha, ma tanto vale iniziare dalle cose interrogative.
Abbiamo Sepora, principessa di Serubel e ultima dei Forgiatori, e abbiamo Tarik, principe di Theoria. E basta. Stop. Il cast finisce qui. Sì, ci sono altri personaggi: il fratello di Tarik, l'attendente del re, il padre di Sepora... ma non servono a nulla se non fare avanzare la trama in alcune cose. Insomma, potrebbero anche non esistere perché Sepora e Tarik imperano.
Questo libro, senza la romance di turno, non avrebbe senso di esistere poiché si basa su una lunga crescita di un legame romantico - almeno secondo la sinossi, perché io non l'ho visto - fra Sepora e Tarik, di come questa romance sia davvero tremenda per Sepora poiché è indecisa su come agire per ovvie ragioni politiche e perché lei ama la sua gente. Come se non bastasse, a complicare le cose, ci si metta anche la necessità di trovare dello spectorium per fermare una malattia gravissima, e Sepora non sa se rivelarsi per quello che è oppure no.
Da questo punto di vista è tutto molto interessante se la romance non fosse agghiacciante. Cioè, ho letto di peggio, ho letto cose molto più malate, ma alcuni comportamenti dei due personaggi mi hanno lasciato senza parole.
Sepora, che fin dall'inizio se la vede male perché viene comprata per l'harem del re. Sebbene Tarik non frequenti mai l'harem, perché per lui le donne vanno rispettate - così rispettate che non le lascia libere di avere una loro vita perché sono cose che appartengono a suo padre. La coerenza. -  appena vede Sepora comincia a oggettualizzarla, perché Sepora è bella di qua e di là.
Ovviamente Sepora rimane all'oscuro di certi comportamenti, ma più volte Tarik la tratta più come un animale da divertimento istruito e interessante, voglioso di osservare i suoi comportamenti, anziché una persona. Sebbene Sepora delle volte abbia scatti ribellione. molto spesso subisce in silenzio. 
Ancora peggio è che dopo aver protestato contro la barbarie della vendita di essere umani a Theoria, comincia a fare l'amichetta con la persona che l'ha comprata per l'harem.
Di cosa stiamo parlando?
Deludente come Sepora, nonostante abbia chiare capacità governative e politiche - una delle parti buone del romanzo - non viene considerata come nient'altro che belle e nei casi in cui ha delle grandi idea, si parla di come tutti  pendano dalle sue labbra. Certo. Dopo che ha praticamente insultato il re, si atteggia a chissà cosa senza sventolare il titolo di principessa - quindi a conti fatti vale meno di zero - e dopo che Tarik l'ha praticamente raccomandata all'interno del palazzo. Se il romanzo fosse stato un po' più realista, Sepora avrebbe preso pugni in faccia e subito svariati tentativi di omicidio.
Purtroppo, anche il worldbuilding mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca. Leggendo un po' di recensioni, ho scoperto - perché davvero non si nota - che probabilmente la nazione di Sepora è ispirata agli ebrei e quella di Tarik, ovviamente, all'Egitto. 
Come ho scritto, nella prima francamente non ho notato alcuna cosa del genere e suppongo sia un'idea un po' svampita che i lettori stranieri si sono fatti - il che non sarebbe fuori dalla norma. 
Riguardo Theoria, se non fosse per svariati riferimenti, fra cui sopra di tutti spiccano le piramidi, davvero non avrei saputo dire a cosa fosse ispirata la nazione.
In pratica, l'unica parte buona è il fatto che in un modo o nell'altro la storia di trascini avanti, mischiando politica ed economia in un buon mix che aveva davvero, e ripeto, davvero moltissime potenzialità, ma per colpa di come sono state gestite le cose... decisamente non ci siamo.
Leggerò il secondo libro, conclusivo di questa duologia, giusto per vedere come andrà a finire dopo il plot twist - anche se mi aspettavo di meglio - al finale del romanzo.


Il mio voto è di due punteggi d'inchiostro



2 commenti:

  1. Ciao e in bocca al lupo per gli esami! :)
    Sulle recensioni arretrate hai tutta la mia comprensione... spero di riuscire a recuperarne qualcuna perché mi stanno letteralmente sommergendo!
    Mi spiace che questo libro non ti abbia soddisfatta, perché mi sembrava promettente, anche se volevo prima leggere qualche recensione. E dopo aver letto la tua direi che, almeno per il momento, resterà in aspettativa :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo pure che anche se non lo leggi continuerai a vivere serenamente U_U

      Elimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)