The Comic's Den - Rat Queens Vol.1

Lettori in soffitta, è tempo di rispolverare la rubrica. Ci sono altre due rubriche - Pages of Art e The Bibliophile Gamer - che tenterò di risollevare a marzo. Specialmente nel caso dell'ultima! Ma ora è tempo di parlare di graphic novel *.* 
Questa è la prima che ho letto in assoluto e cercherò quindi di fare una recensione sintetica e a tutto tondo.


Titolo: Sass & Sorcery
Autore: Kurtis J. Wiebe - Rop Upchurch
Saga: Rat Queens #1
Editore: Image Comics
Pagine: 128

Who are the Rat Queens? A pack of booze-guzzling, death-dealing battle maidens-for-hire, and they're in the business of killing all god's creatures for profit. It's also a darkly comedic sass-and-sorcery series starring Hannah the Rockabilly Elven Mage, Violet the Hipster Dwarven Fighter, Dee the Atheist Human Cleric and Betty the Hippy Smidgen Thief. This modern spin on an old school genre is a violent monster-killing epic that is like Buffy meets Tank Girl in a Lord of the Rings world on crack!


Prima esperienza con una graphic novel fantasy è uguale a un buon risultato con un "uhm, però". 
Partiamo dallo stile, di cui mi sembra più facile parlare al momento. 
Mi è piaciuto tantissimo *.* C'è tutto. Bei visi, brutti visi, ogni cosa curata per donare un'atmosfera non di stile realistico ma non troppo trasmettendo un certa aura fantasy che non si può buttare. Nonostante nel volume siano compresi cinque capitoli della storia, ci sono ben poche pagine ma sono tutte estremamente curate. 
Il vestiario, i volti, la magia, l'ambiente, il sangue durante le battaglie *.* Se cercate una graphic novel non cruda, allora questa non fa per voi. 
Anche la trama non è affatto male, sebbene ci siano moltissime cose da chiarire. Ciò non riguarda tanto gli sviluppi futuri, di cui questo volume è una specie di anticipazione/introduzione, quanto il worldbuilding. 
Anche se si tratta di pagine a fumetto, mancanze qua e là non sono permesse. A maggior ragione, non avendo le pagine scritte di un libri da sfruttare, bisognerebbe creare una maggior coesione. 
Leggendo le prime pagine, mi sono subito chiesta:
- chi siamo? 
- perché Rat Queens?
- dove ci troviamo?
- come ci siamo arrivati?
Riguardo un paio di domande, spero vi siano maggiori spiegazioni future dato che si viene introdotti in un contesto già avviato.
I personaggi mi sono piaciuti molto, dato che ognuna delle Rat Queens ha una personalità e un background ben distinti. Inoltre, rappresentano una scelta decisamente importante: quella di rappresentare varie razze e colori, così come delle donne forti e sessualmente libere. In pratica, getta da parte il classico damigella fantasy salvata dall'eroe.  
Abbiamo Betty, un halfling lesbica, Dee, una donna di colore amante dei libri e socialmente inetta (in questo mi ricorda un po' me XD), Hannah, un'elfa con una relazione di up and down, e Violet, una nana guerriera tutta curve.
Quindi, ci sono anche concetti diversi di fisicità, il che è importantissimo.
L'unica pecca, se proprio vogliamo definirla così, è come sono vestite le protagoniste. Cioè... non si va in battaglia senza armatura, con la gonna o scosciate. Morite in un minuto, magia o non magia, abilità in combattimento oppure no. Senza ombra di dubbio siete tutte molto fighe ma totalmente non realistico. D'effetto, ma stupido.  




Nessun commento

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)