Bookish Gadgets #28 - FairyLoot Unboxing: Warriors & Legends

Lettori in soffitta, eccomi qui con un tardo unboxing della scatola di maggio. Questa sera ho finalmente un po' di tempo per dedicarmi alla pubblicazione dei post e per scrivere con un po' di calma. Sto creando pian piano una scheda per provare nuove scatole letterarie per voi. Sto monitorando quali temi vengono proposti e spero presto di non cadere nuovamente preda di FairyLoot.

Questo è l'unboxing generale. Anche questo mese la scatola non ha deluso ed era piena di oggetti che personalmente ho trovato utilissimi. Adoro anche la scelta di FairyLoot di continuare a proporre candele all'interno delle scatole, dato il loro costo di spedizione. Insomma, la maggior parte dei venditori - aka tutti - spediscono dall'estero e le candele pesano. Fate voi i calcoli, perché a me viene da piangere.

Oltre il poster illustrativo adorabile che mi ricorda tantissimo Mia di Nevernight e il Fairyscoop con una intervista all'autrice del libro della box, sono stati inclusi un libretto coi primi capitoli i Naondel, libro ya fantasy a sfondo femminista. Potete trovare le informazioni riguardo esso a questo link. Molto utile e fantastico, a mio parere, è il bignami mitologico all'interno della scatola. Tocca moltissime culture - non tutte purtroppo - ma trovo che sia un ottimo punto di partenza anche per gli scrittori che cercano un setting a loro estraneo, come nel mio caso. Cercare su internet non è sempre una garanzia, dato che ognuno dice la sua ma almeno così posso avere una base di partenza.



Prima di tutto uno splendido tè verde con altrettanto splendida confezione. L'ho già provato ed è veramente buono e profumato. FairyLoot ha già incluso in passato dei tè di Tea Leaf e anche stavolta hanno fatto un ottimo lavoro.
Altrettanto deliziosa, anche se non di splendida fattura è la finta penna in plastica con inchiostro nero. Ogni tanto s'inceppa ma basta scaldarla. Sono contenta del colore ricevuto perché gli altri non mi facevano impazzire. In ogni caso, è stata realizzata da Flora's Woner Emporium. Non ho trovato il sito da nessuna parte, quindi suppongo che possa essere un piccolo negozio locale.
I calzini celtici - sono caldissimi, sappiatelo - sono stati forniti da FairyLoot.
Ma ora passiamo ai due pezzi forti - oltre il tè.
Il primo è un segnalibro in legno esclusivo, con una citazione del Signore degli Anelli realizzato da Ink and Wonder. I suoi segnalibri sono tutti particolarissimi e speciali. Il legno è molto sottile, quindi se mai ne comprate uno stati attenti a non danneggiarlo. In compenso la stampa e la qualità sono ottime.
La candela Flame alla mente a fiori d'arancio che ha un profumo magnifico. Era una delle due varianti assieme a Mist e per chi volesse comprarla, è possibile farlo al negozio In the Wick of Time. Le candele sono state rispettivamente battezzate: Mariko e Okami.


Per ultimo arriva il romanzo, accompagnato da lettera dell'autrice, segnalibro del romanzo e bookplate autografato. Vogliamo anche parlare del fatto che la copertina è stata realizzata da un'artista italiana?
Ecco la trama:

The only daughter of a prominent samurai, Mariko has always known she’d been raised for one purpose and one purpose only: to marry. Never mind her cunning, which rivals that of her twin brother, Kenshin, or her skills as an accomplished alchemist. Since Mariko was not born a boy, her fate was sealed the moment she drew her first breath.
So, at just seventeen years old, Mariko is sent to the imperial palace to meet her betrothed, a man she did not choose, for the very first time. But the journey is cut short when Mariko’s convoy is viciously attacked by the Black Clan, a dangerous group of bandits who’ve been hired to kill Mariko before she reaches the palace.
The lone survivor, Mariko narrowly escapes to the woods, where she plots her revenge. Dressed as a peasant boy, she sets out to infiltrate the Black Clan and hunt down those responsible for the target on her back. Once she’s within their ranks, though, Mariko finds for the first time she’s appreciated for her intellect and abilities. She even finds herself falling in love—a love that will force her to question everything she’s ever known about her family, her purpose, and her deepest desires.
 


Sono prevenuta dei confronti dell'autrice, sebbene non abbia mai letto nulla di suo. Si tratta della trama dei precedenti libri - il fatto che questa si innamori del tizio che gli uccide la migliore amica mi disgusta. Vi giuro che mi fa vomitare - ma sono entrate in Flame in the Mist cercando di togliermi di dosso ogni giudizio. Sono a poche pagine dall'inizio ma non sono particolarmente entusiasta. Insomma, devo ancora entrare nell'ottica.

Fatemi sapere cosa ne pensate!

Nessun commento

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)