12/07/17

"Bring her home" di David Bell


Ebbene sì, sono ancora viva! Per via degli esami e dalla pigrizia ho deciso di prendere il mio esser un blogger con un po' più di calma, pubblicando senza stress e ne sono contenta perché per un una volta da giugno non mi pesa mettermi a scrivere un post.
Quindi passiamo alla recensione.

*Ho ricevuto una copia del romanzo tramite Netgalley e l'editore in cambio di una onesta recensione*


32765259Titolo: Bring Her Home
Autore: David Bell
Editore: Berkley Books
Pagine: 464

Just a year and a half after the tragic death of his wife, Bill Price's fifteen-year-old daughter, Summer, and her best friend, Haley, disappear. Days later, the girls are found in a city park. Haley is dead at the scene, while Summer is left beaten beyond recognition and clinging to life.
As Bill holds vigil over Summer's bandaged body, the only sound the unconscious girl can make is one cryptic and chilling word: No. And the more time Bill spends with Summer, the more he wonders what happened to her. Or if the injured girl in the hospital bed is really his daughter at all.
When troubling new questions about Summer's life surface, Bill is not prepared for the aftershocks. He'll soon discover that both the living and the dead have secrets. And that searching for the truth will tear open old wounds that pierce straight to the heart of his family...



Pubblico questa recensione il giorno dopo l'uscita di questo romanzo. Richiesto a Netgalley con tanta positività, devo dire che non è stato il thriller che mi aspettavo.
In una cittadina dove nulla accade, Summer e Haley, due quindicenni che vivono praticamente in simbiosi, scompaiono nel nulla. Bill, padre di Summer, sarà il protagonista della vicenda. Tutto nella sua vita sembra andare a rotoli dopo la morte della moglie, Julia, e il suo rapporto con Summer non è di certo uno dei migliori. 
Le sue speranze sono quasi  zero quando due ragazze vengono ritrovate. Una è viva mentre l'altra è morta, ma nulla è come appare.
Quando recensisco dei thriller, preferisco focalizzarmi non tanto sui personaggi - nessun personaggio da thriller mi ha mai trasmesso alcun genere d'emozione - quanto sulla trama, sui plot twist, sulle rivelazioni.
Bring Her Home è un thriller che non mi ha colpito molto.
Lo stile è semplice, le pagine si leggono in fretta e con piacere, la curiosità spinge a continuare per scoprire la verità, ma qualcosa manca.
Sebbene io abbia detto che non sono solita legare emotivamente coi personaggi di un thriller, mi aspettavo che Bill mi coinvolgesse in due modi: uno basato sull'azione e uno sulle emozioni di un padre alla ricerca di sua figlia.
Se il primo ha fatto breccia in me - impulsivo lui, impulsiva io (avrei dato fuoco alla città) - il secondo non mi ha trasmesso molto. Sì, comprendevo il suo strazio ma non lo sentivo. In Bring Her Home non si parla e basta di un vicino che cerca di risolvere l'omicidio dell'altro vicino o di una persona a caso. Si parla di padre e figlia, un legame complesso e profondo. Non credo che Bell abbia dato il meglio di sé in questo frangente.
Altro punto negativo è stato lo svolgimento degli eventi. Notando le molte recensioni positive su Goodreads, ho preso il libro aspettandomi di essere sorpresa. Non tutti i thriller sono in grado di farlo ma quando leggo un libro del genere non voglio e non devo essere in grado di capire chi sia il colpevole se non alla fine. 
Invece ho capito come sarebbero andate le cose riguardo le ragazze e chi aveva fatto cosa... all'incirca a metà libro. Le frasi nel romanzo e la quarta di copertina non hanno aiutato a mantenere l'aura di mistero proprio per nulla: ergo, fallimento a livello di fattore sorpresa.
Personalmente non mi sento di consigliare questo libro a tutti se non ha chi desidera un thriller per l'estate che però non l'angosci e gli fonda il cervello durante la lettura. 
Purtroppo è stata una mezza delusione - pur sempre una lettura piacevole - che non mi ha lasciato molto.

Il mio voto è di tre punteggi d'inchiostro




Nessun commento:

Posta un commento

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)