04/08/17

Prossimamente in soffitta - Cinque libri per una settimana



Lettori in soffitta, quando leggerete questo post sarò in Francia e forse ve ne sarete già accorti perché potrei aver cominciato a pubblicare alcuni articoli riguardo il mio viaggio. Come bene sapete è una cosa che dico spesso, ma poi non porto mai a termine come vorrei. 
Esistono già alcuni articoli sulla Francia ma vorrei riscriverli in modo migliore e più dinamico.
In ogni caso, ecco i cinque libri che ho deciso di portarmi via per questa settimana. Forse ho un po' esagerato ma sono fiduciosa di riuscire a leggere i libri più corti in poco tempo. 
Inoltre sto ponderando se portare via con me, oppure no, Flame in the Mist che devo finire già da un po'. 



Given to the Sea : fantasy scritto da McGinnis che con The Female of the Species si è guadagnata un posto di onore nella lista dei miei scrittori preferiti. Si tratta del primo libro fantasy vero a proprio che scrive. Ho letto in una recensione delle cose che mi hanno fatto un po' preoccupare e molte recensioni non entusiaste ma spero di essere una voce fuori dal cuore. Purtroppo, sembra anche che le mie speranze di vedere una protagonista ace siano fallite.

The Upside of Unrequited : spaventata di leggerlo. Spero sia una lettura leggera e moltissimi book blogger che seguo ne sono entusiasti ma altri hanno evidenziato un sacco di problemi e ho letto dei passaggi abbastanza stupidi e un poco offensivi. Inoltre la protagonista è grassa. La cosa mi tocca da vicino  voglio che venga trattato bene come argomento.

We Are Okay : la trama di questo libro mi lascia confusa. Per me è un mistero perché dice tutto e nulla ma ho visto moltissime recensioni positive ed entusiaste e di come questo libro mi darà mille feels. Sembra ottimo per distruggersi emotivamente durante l'estate. Sopratutto perché è ambientato durante l'inverno.

The One Memory of Flora Banks : premessa scema - ragazza affetta da amnesia ricorda di aver baciato un ragazzo e apriti cielo  - parla anche di un viaggio e delle scoperta di se stessi, per cui mi è parso un libro adatto da portare con me.

After Dark : è Murakami e non c'è molto altro da dire. Davvero un libro corto dalla premessa ottima per un autore come lui, perché so già che mi lascerà a bocca aperta e forse alla fine piangerò pure un po'... forse. Del resto come possono dei personaggi "della notte" incontrarsi in metro e non spezzarmi l'anima?



1 commento:

  1. Ciao Cami! Spero che la vacanza stia proseguendo per il meglio:)
    Dei titoli che hai citato non ne ho letto nemmeno uno, ma mi incuriosiscono molto "Given to the Sea" e "We are okay" (che, per inciso, per me, ha una cover bellissima!). Di Murakami prima o poi leggerò qualcosa, ma non è ancora questo il giorno. Mentre gli altri due sinceramente non mi dicono niente!

    RispondiElimina

Spero che il post vi sia piaciuto e attendo i vostri commenti :)